Castel del Monte

Il 2 ottobre 2012 è entrato in funzione il VIS

Visa information System (VIS)

 

VISTI

I cittadini sauditi necessitano del visto di ingresso per recarsi in Italia. La sezione Consolare dell'Ambasciata d'Italia a Riad ed il Consolato Generale d'Italia a Gedda rilasciano visti di ingresso che sono validi per tutti i Paesi Schengen.

A partire dal 2 ottobre 2012, il Visa Application Centre per l`Italia, gestito dalla società VFS Global, si occuperà delle richieste di visto di breve termine (fino a 90 giorni) e della raccolta dei passaporti.

Il costo aggiuntivo per ogni visto sarà di 95 SAR, che si aggiungono alle spese per il Visto Schengen già previste.

Il Visa Application Centre è situato in Dove Plaza (Hyper Panda), Umm Al Hamam Street, 1st Floor. Sarà possibile fissare gli appuntamenti online 24/24 ore tramite il sito www.aletimad.com oppure telefonicamente dal sabato al mercoledì (centralino: 966 1 4816467/4825956, attivo dalle 09:00 alle 17:00).

Ricordiamo che la Sezione Visti dell`Ambasciata continuerà ad occuparsi della raccolta dei passaporti solo per le richieste di visto presentate fino il primo ottobre 2012.

IMPORTANTE:

• È necessario che ciascun richiedente si presenti personalmente allo sportello già    in possesso di tutta la documentazione richiesta per l`ottenimento del visto.

• Coloro che non desiderano avvalersi della nuova procedura esternalizzata per la richiesta di visto potranno presentare la loro domanda alla Sezione Visti dell`Ambasciata d`Italia ogni martedì a partire dal 9 ottobre. Gli appuntamenti presso la Sezione Visti potranno essere prenotati solo telefonicamente (centralino: 966 1 4816467/4825956, attivo dalle 09:00 alle 17:00).

• La Sezione Visti dell`Ambasciata d`Italia continuerà ad occuparsi direttamente delle richieste di visti nazionali, di visti a lungo termine (di studio, ricongiungimento familiare) e di visti diplomatici e per delegazioni ufficiali.

• La Sezione Visti dell`Ambasciata d`Italia continuerà ad occuparsi della riconsegna passaporti unicamente per le richieste di visto sottoposte direttamente all`Ambasciata.

FACILITAZIONI PER UOMINI D'AFFARI ED INVESTITORI SAUDITI

Nell'ambito di una campagna di sensibilizzazione tesa a facilitare gli scambi commerciali e gli investimenti tra l'Italia e l'Arabia Saudita, l'Ambasciata d'Italia ha il piacere di annunciare che sono state introdotte alcune importanti semplificazioni nelle procedure di rilascio dei visti d’ingresso Schengen agli investitori ed agli  uomini d’affari sauditi. I richiedenti del visto d’ingresso in possesso di una "Lettera di invito" in Italia da parte di un’azienda che opera sul territorio italiano sono esentati dalla presentazione della documentazione comprovante la condizione di operatore economico-commerciale e delle ragioni specifiche del viaggio.

Questo significa che nella lista dei documenti da consegnare essi devono presentare solamente i requisiti comuni (da 1 a 6) e la suddetta "lettera di invito".

Per essere valida, la "lettera di invito" deve:

a) essere inviata da un’azienda dell'industria manifatturiera che opera legalmente in Italia registrata in una delle associazioni o confederazioni nazionali rappresentate dal CNEL (www.cnel.it);

b) specificare il periodo e la validità del visto d’ingresso, il motivo dell'invito, l'impegno dell'azienda ospitante a rispettare tutte gli obblighi di legge in materia di sicurezza e previdenza sociale;

c) menzionare la consapevolezza delle responsabilità penali contenute nell'art. 12 del TU 286/1988 in materia di favoreggiamento dell'immigrazione illegale.